Vai direttamente al MENU DI NAVIGAZIONE
Vai direttamente al CONTENUTO
RICERCA
Stemma della Citta' di Desenzano del 

Garda Citta' di Desenzano del Garda

PREMIATI I VINCITORI DEL CONCORSO DI IDEE

Data: Giovedì 30 Aprile 2015

Castello di Desenzano, 29 aprile 2015
PREMIATI I VINCITORI DEL CONCORSO DI IDEE
300415_183858_0.png


Sono stati presentati ieri sera in castello a Desenzano del Garda i lavori dei sedici architetti e ingeneri che hanno partecipato al concorso di idee bandito dal Comune di Desenzano per la riprogettazione del lungolago e del centro storico cittadino. I progetti, che rimarranno esposti nelle sale al primo piano del castello, sono stati commentati dall’architetto Mario Spagnoli, presidente della commissione che ha valutato le idee in gara decretando i tre i vincitori, premiati dal sindaco Rosa Leso e dall’assessore all’Urbanistica Maurizio Tira: primo classificato Giovanni Rapetti di Milano, secondo Maurizio Zaglio di Desenzano e terzo Cristiano Mazzotta di Desenzano, a cui sono stati consegnati insieme alle targhe i premi in denaro rispettivamente di 4.500, 2.500 e 1.000 euro.

«Premesso che non era un concorso di grafica, ma di idee – ha commentato l’arch. Mario Spagnoli – abbiamo apprezzato la qualità dei lavori presentati e i molti spunti che in essi erano contenuti per la riqualificazione del centro storico e del lungolago di Desenzano. Il primo classificato è il progetto che ci è sembrato più completo e sviluppato in maniera approfondita, che ha tenuto conto dei punti fermi e degli obiettivi definiti dal regolamento, valorizzando anche i tanti monumenti. Nel complesso, quindi, i vincitori sono i progetti che maggiormente corrispondono ai criteri indicati nel bando, che introducono idee interessanti e attuabili per “ridisegnare”, in futuro, il centro e la sua fascia a lago, risorse permettendo».
Il bando comunale invitava architetti e ingegneri, singoli o associati, a ideare interventi di miglioramento dal punto di vista ambientale e paesistico, ma anche dell’attrattività turistica e del funzionamento delle attività e funzioni urbane, nella fascia a lago (divisa da regolamento in quattro stralci) compresa tra le rotatorie di via Gramsci e via Anelli, includendo via Roma, piazza Malvezzi, via Papa, piazza Matteotti, piazza Feltrinelli e piazza Cappelletti, via S.Maria e vicolo Teatro. Si ricorda inoltre che gli obiettivi definiti dall’amministrazione riguardavano la chiusura al traffico privato in tutta l’area, salvo il transito dei veicoli pubblici sul lungolago, la completa pedonalizzazione delle piazze Cappelletti e Feltrinelli, la rimodulazione dell’area e del tipo di plateatici, il completamento dell’arredo urbano in piazza Malvezzi, la riqualificazione del porto con ipotesi di spostamento dell’attracco dei battelli e di ampliamento dei moli turistici, la valorizzazione dei monumenti e degli spazi verdi esistenti.
Durante la serata i vincitori, con i rispettivi gruppi di lavoro, hanno illustrato le loro idee.
Del progetto firmato dall’ingegnere milanese Giovanni Rapetti sono piaciute alla commissione le proposte per uniformare i plateatici e la riqualificazione delle pavimentazioni urbane, giocando sulla differenziazione delle varie zone del centro attraverso l’uso di porfido, pietra e legno, scegliendo però un “linguaggio unico” per le piazze e gli spazi verdi. Le piazze Cappelletti e Feltrinelli potrebbero diventare, nell’idea di Rapetti, zone pedonali fruibili da residenti e turisti, mentre un palcoscenico “flottante” si presterebbe per spettacoli vista lago.
Del progetto di Maurizio Zaglio, a cui è andato il secondo premio, ha colpito invece la scalinata centrale che scende fino a immergersi nel lago modificando l’assetto di piazza Matteotti. Questa perderebbe l’attracco dei battelli, ma guadagnerebbe una scenografica passeggiata a lago, migliorando la fruibilità della fascia costiera, grazie anche ad alcuni pontili.
Del terzo progetto di Cristiano Mazzotta, invece, rimane impressa la “rivisitazione” di piazza Cappelletti, resa pedonale e con una “buca d’acqua” al centro, che sostituirebbe la vecchia fontana e darebbe più risalto al monumento dei caduti; dalle vie del centro si prolunga anche l’idea di una pavimentazione lignea, intervallata da aree a prato, per ricollegare il contesto urbano al lago e rendere quest’ultimo più “fruibile” a cittadini e ospiti.
Come ha sottolineato l’assessore Maurizio Tira in chiusura di serata, «l’obiettivo dell’amministrazione comunale è di riuscire a migliorare la fruibilità degli spazi del centro in riferimento sia alla percezione, che alla qualità paesistica e alla sostenibilità ambientale delle soluzioni, sia allo svolgimento delle attività e delle funzioni urbane. Non abbiamo mai fatto mistero dell’obiettivo di un’ulteriore restrizione graduale del traffico privato sul lungolago e per questo abbiamo dato un input in tal senso ai partecipanti al concordo di idee. Abbiamo apprezzato alcune soluzioni anche dei progetti non premiati, soprattutto quelle che hanno fatto lo sforzo di indicare soluzioni realizzabili. Nell’insieme, le proposte si sono rivelate molto interessanti, certo nella realtà ci scontriamo con le disponibilità economico-finanziare e i vincoli paesistici, oltre che con le diverse esigenze di cittadini e operatori. Come da tempo annunciato, si rimetterà in fretta mano al piano dei plateatici, tenendo conto degli spunti raccolti e coinvolgendo le associazioni e i consiglieri comunali, al fine di portare il nuovo piano all’attenzione del Consiglio comunale prima dell’estate».


Una galleria fotografica della serata è pubblicata all'indirizzo https://www.flickr.com/photos/cittadidesenzanodelgarda/sets/72157652266872181/


Allegati:

CS-premiati-concorso-idee-Desenzano.pdf  / Adobe Acrobat Document 80K
 
Sito istituzionale della città di Desenzano del Garda
Via Carducci, 4 - 25015 Desenzano del Garda (Bs) - Tel. 0309994211 - Fax 0309143700
C.F. 00575230172 - P.I. 00571140987
Contatti - PEC - Certificazione ISO 9001